Da questo mese, chi intende acquistare casa ha un alleato in più. È il Fondo Garanzia di Euroansa, che parte proprio da marzo 2020.
Uno strumento unico nel suo genere e una assoluta novità nel panorama immobiliare. La società di mediazione creditizia Euroansa, infatti, ha costituito un fondo di 2 milioni di euro che, a partire da marzo 2020, offrirà garanzia alle banche erogatrici di mutui. Destinatari di questa iniziativa saranno i clienti che, avendo acceso un mutuo, si rivolgeranno a Euroansa. Questo significa che, in concreto, la società farà da garante per le prime 24 rate.

È la prima volta che un operatore privato istituisce un fondo per agevolare la concessione di finanziamenti alle famiglie per l’acquisto di una casa. Ed Euroansa può permetterselo poiché forte di una posizione leader in Italia, con più di 200 agenzie sull’intero territorio nazionale e la collaborazione con circa 20 istituti bancari.

I due milioni preventivati per il fondo offriranno sostegno a quanti necessitano di finanziamenti per l’acquisto di una casa. Euroansa agevolerebbe la concessione dei prestiti intermediati alle famiglie impegnate nell’acquisto della prima casa. Interverrebbe a supporto di quanti a causa di malattie o di improvvisa perdita di occupazione non ottemperino al pagamento delle rate. Nel caso in cui il soggetto mutuatario non dovesse adempiere al pagamento di una o più rate nei primi due anni subentrerà il fondo. In sintesi, l’istituto bancario che ha concesso il finanziamento sarà autorizzato ad attingere dal fondo costituito da Euroansa.

Solitamente la polizza assicurativa sottoscritta in concomitanza con l’accensione di un mutuo tutela contro questo genere di rischi. Ma con il fondo di garanzia delle prime 24 rate, Euroansa rende del tutto trascurabili i margini di rischio per gli istituti bancari. Con la conseguente maggiore predisposizione, da parte delle banche, a concedere un mutuo.

“La creazione del Fondo Euroansa è solo l’ulteriore conferma di quanto sia importante la consulenza per chi intende acquistare una casa – spiega Lucia Rufo, Responsabile Euroansa Roma Torrino -. Solo con l’ausilio di un consulente, infatti, il cliente avrà la possibilità di capire in massima trasparenza tutto quello che c’è da sapere sul prodotto finanziario che deve sottoscrivere.

Per evitare di incappare in situazioni spiacevoli, il consulente effettua controlli anche sul venditore. Un asso nella manica importante, che certo non può permettersi il singolo acquirente. Noi provvediamo a garantire un’assistenza a tutto campo. Ad esempio seguendo il cliente in tutto l’iter della pratica, assistendolo per qualsiasi esigenza si manifesti e sostenendolo in ogni eventuale imprevisto da risolvere. Tutto questo grazie a un referente assegnato e pronto a rimanere accanto al cliente fino alla conclusione dell’intero iter. Un professionista che segue il cliente perfino dopo la stipula, per mantenere sempre le condizioni sul mercato”.

“È importante, inoltre – spiega ancora Lucia Rufo – avere ben chiaro il proprio quadro finanziario per parametrare ad esso la propria ricerca. “Prima di cominciare a cercare l’immobile, il cliente dovrebbe capire che cos’è più in linea con le proprie possibilità di spesa. L’obiettivo è evitare di innamorarsi di una casa che non può comprare. Esistono tante soluzioni immobiliari, perché cercare dove non si può trovare? La consulenza evita anche questo rischio, perché permette di capire l’importo che si può spendere così come la rata che ci si può permettere in base alle proprie esigenze. Analizzando l’intero contesto del futuro acquisto con prodotti personalizzati. Le esigenze del cliente sono la nostra priorità. Senza la consulenza – conclude Rufo – il cliente è un acquirente qualunque. Con noi, invece, accede a una serie di garanzie che rendono sicuro e unico il suo acquisto”.

Sei nella categoria: News del Gruppo
Condividi la pagina